disturbi-ansia

Articolo del 18/04/2024

L’ansia è un’emozione complessa che tutti sperimentano in varie forme e intensità. Può variare da una lieve sensazione di inquietudine a un’intensa paura o panico. Quando l’ansia diventa eccessiva può interferire nello  svolgimento e nel vissuto  della vita quotidiana.

Approfondiamo l’argomento con la Dott.ssa Perretta, psicologa clinica al Poliambulatorio Guarnieri

Definizione e Caratteristiche dell’Ansia

L’ansia è una reazione emotiva ad una minaccia futura percepita, accompagnata da sentimenti di disforia o da sintomi fisici di tensione. È un’emozione caratterizzata da sensazioni di tensione, preoccupazione e cambiamenti fisiologici.

Quali sono i sintomi?

I sintomi possono essere suddivisi in tre categorie principali:

  • Sintomi Cognitivi: Preoccupazioni eccessive, difficoltà di concentrazione, pensieri negativi persistenti.
  • Sintomi Comportamentali: Evitamento di situazioni temute, comportamenti di sicurezza eccessivi.
  • Sintomi Fisici: Palpitazioni, dolore toracico, mancanza di respiro, nausea, disturbi addominali, vertigini.

Disturbi d’ansia secondo il DSM-5

Il DSM-5 (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali) classifica diversi tipi di disturbi d’ansia, ognuno con le proprie caratteristiche distintive.

Vediamo nel dettaglio quali sono i disturbi più comuni:

  • Disturbo d’ansia da separazione: Si verifica quando un individuo sperimenta ansia eccessiva riguardo alla separazione da casa o da figure di attaccamento.
  • Mutismo selettivo: Caratterizzato dall’incapacità di parlare in specifiche situazioni sociali nonostante la capacità di parlare in altri contesti.
  • Fobia specifica: Una paura intensa e irrazionale scatenata da un oggetto o una situazione specifica, come volare, altezze o animali. La paura è sproporzionata rispetto al pericolo effettivo presentato.
  • Disturbo d’ansia sociale: una paura persistente di una o più situazioni sociali in cui la persona è esposta a possibile scrutinio da parte degli altri.
  • Disturbo di panico: Episodi ricorrenti di panico improvviso e intenso. Gli attacchi di panico possono includere palpitazioni, sudorazione, tremori, sensazioni di soffocamento, e paura di perdere il controllo.
  • Agorafobia: Paura e evitamento di luoghi o situazioni che potrebbero causare panico, impotenza o imbarazzo.
  • Disturbo d’ansia generalizzata: Caratterizzato da ansia e preoccupazione eccessive su diversi eventi o attività per la maggior parte dei giorni per almeno sei mesi.

Approcci Integrati nel Trattamento dell’Ansia

Oltre alla terapia cognitivo-comportamentale e ai trattamenti farmacologici, esistono approcci integrati che possono includere tecniche di rilassamento come:

  • Terapie di rilassamento: come il training autogeno e la respirazione profonda, che aiutano a calmare la mente e ridurre la tensione muscolare.
  • Terapia espressiva: attività come l’arte terapia o la scrittura possono fornire un’uscita creativa per i sentimenti e contribuire a gestire lo stress.
  • Supporto sociale: interagire con amici e familiari o partecipare a gruppi di supporto può fornire conforto e ridurre i sentimenti di isolamento.
  • Tecniche di gestione dello stress: come la pianificazione del tempo e le tecniche di problem-solving, possono aiutare a controllare le fonti di ansia nella vita quotidiana.

Questi metodi possono aiutare a ridurre i sintomi e migliorare il benessere generale.

Impatto dell’Ansia sulla Vita Quotidiana

L’ansia può influenzare significativamente la vita quotidiana di una persona. Può limitare la capacità di lavorare, studiare, mantenere relazioni sociali e persino compiere attività quotidiane. Le persone con disturbi d’ansia possono trovarsi ad evitare situazioni che potrebbero scatenare l’ansia, il che può portare a un isolamento sociale.

Ansia e Comorbilità

Spesso l’ansia si presenta insieme ad altre condizioni, come la depressione o i disturbi da uso di sostanze. È importante che il trattamento consideri tutte le condizioni coesistenti per garantire un approccio olistico alla salute mentale.

Prevenzione dell’Ansia

Mentre non è sempre possibile prevenire l’ansia, ci sono strategie che possono aiutare a ridurre il rischio di sviluppare disturbi d’ansia. Queste includono lo sviluppo di competenze di coping resiliente, il mantenimento di una rete di supporto sociale e la gestione dello stress.

Ricerca e Sviluppi Futuri

La ricerca continua a svolgere un ruolo cruciale nello sviluppo di trattamenti più efficaci per l’ansia. Gli studi recenti si stanno concentrando su nuove terapie farmacologiche, terapie basate sulla realtà virtuale e l’impiego di intelligenza artificiale per personalizzare i trattamenti.

Mentre l’ansia può essere una sfida significativa, ci sono molte opzioni di trattamento e strategie di supporto disponibili. È essenziale che le persone che sperimentano ansia non si sentano sole e sappiano che ci sono risorse e aiuto disponibili.

Potrebbe interessarti